11/11/11

Bill Gates e l'urina elettrica

Una ricerca britannica ipotizza lo sfruttamento dei liquidi organici e di altri materiali di scarto per la produzione di elettricità. Sponsorizza anche la fondazione di Bill (e Melinda) Gates.

Lo studio arriva dai ricercatori della University of the West of England (UWE) di Bristol, e descrive un setup ideale composto da tanti elementi MFC stoccati in gruppo, al punto da riuscire a estrarre una quantità di energia elettrica "utile" per utilizzi in abitazioni domestiche o in piccoli villaggi.

L'ingrediente "segreto" di una pila a combustibile microbilogica sono i microrganismi anaerobi comunemente presenti all'interno del corpo umano, i quali si nutrono di composti di scarto (come appunto l'urina, ricca di ammoniaca) liberando energia sotto forma di elettroni.

continua a leggere qui

Nessun commento:

Posta un commento