24/10/12

Anonymus ruba documenti delle forze dell’ordine

Anonymus colpisce ancora ed oggi la vittima è la Polizia di Stato, dai cui server è riuscita a prendere più di duemilacinquecento documenti privati.
“Da settimane-si legge nel sito dell’organizzazione- ci divertiamo a curiosare nei vostri server, nelle vostre e-mail, i vostri portali, documenti, verbali e molto altro”. Un fatto che evidenzia la forza e la capacità dei membri di Anonymus nell’entrare in possesso di informazioni riservate. “Siamo in possesso di una notevole mole di materiale-continua- ad esempio documenti sui sistemi di intercettazioni, tabulati, microspie di ultima generazione, attività sotto copertura; file riguardanti i No-tav e i dissidenti”. Non è la prima volta che Anonymus prende di mira siti italiani. Già l’anno scorso si sono verificati attacchi ad Enel ed Agicom, fino all’ultimo di marzo ad Equitalia. Fra la divisione italiana del gruppo, l’unico individuato dalle forze dell’ordine è stato Luca Franceschi con il soprannome di Phre.
.........
L'articolo completo potete leggerlo QUI

Nessun commento:

Posta un commento